Valutazione e valorizzazione

La pianificazione di un progetto o di un programma nell’ambito della promozione della salute e della prevenzione deve poggiare sul raggiungimento di esiti duraturi. Sin dall’inizio occorre pensare a come il progetto o il programma nonché i corrispettivi esiti possano essere valutati. Si tratta in particolare di chiarire:

  • in che modo può essere verificato il raggiungimento degli obiettivi e come possono essere dimostrati gli esiti auspicati
  • a quali domande di valutazione e con quali metodi sarebbe opportuno rispondere
  • in che modo possono essere diffusi e resi accessibili ad altri knowhow ed esperienze tratti dal progetto/programma e le corrispettive valutazioni.

In genere quando vi sono contesti complessi non è possibile dimostrare gli esiti; grazie alle valutazioni, tuttavia, si possono fornire indicazioni relative a esiti plausibili (possibilmente ben supportati) e interconnessioni.

  • Gli obiettivi del progetto sono stati raggiunti e vi sono le premesse per esiti durevoli.

    Indicatori Fasi del progetto
    CO IM VA

    Nella fase di concezione si riflette sulla prosecuzione delle misure e delle attività anche dopo la conclusione del progetto e si valuta la persistenza di esiti e risultati.

    Con il progetto è stato possibile raggiungere persone e gruppi presso i quali sussiste di fatto una particolare necessità d'intervento.

    Il progetto ha prodotto gli esiti desiderati nell’ambito dei setting e presso i target prescelti (raggiungimento degli obiettivi).

    Vi sono le premesse per un radicamento del progetto (inquadramento, sostegno politico, sostegno da parte di organizzazioni importanti, finanziamento assicurato a lungo termine ecc.).

  • La valutazione aiuta a gestire il progetto in modo fondato (formativa) e a giudicare gli esiti del progetto a conclusione dello stesso (sommativa).

    Indicatori Fasi del progetto
    CO IM VA

    Lo scopo della valutazione e le domande cui occorre fornire una risposta e la relativa tempistica sono chiari.

    Metodi, tempistica e responsabilità per la valutazione sono stati definiti. Per le valutazioni più ampie è disponibile un concetto di valutazione.

    I risultati della valutazione (fattori di successo, ostacoli, ecc.) vengono utilizzati per la conduzione del progetto.

    La valutazione permette di verificare gli obiettivi raggiunti e tiene in considerazione anche gli esiti non intenzionali.

  • I risultati del progetto e le conoscenze acquisite con esso vengono divulgati e resi accessibili in maniera finalizzata per una moltiplicazione del progetto.

    Indicatori Fasi del progetto
    CO IM VA

    I risultati del progetto e le conoscenze derivate sono stati elaborati in maniera chiara e accessibile agli interessati (rapporti del progetto, guide per l’attuazione, siti web, ecc.).

    Risultati e conoscenze vengono resi accessibili in maniera finalizzata per altri progetti e obiettivi.

    Vi sono le premesse per una moltiplicazione del progetto (flessibilità delle misure, risorse, diritti, mezzi, servizio responsabile).

    La direzione del progetto o altri partecipanti al progetto sono disposti a mettere a disposizione le loro esperienze e conoscenze per la moltiplicazione del progetto o il transfer delle conoscenze.

Criteri qualitativi (progetti) (pdf)
Criteri qualitativi (progetti) (xlsm.zip)

  • Il modello di classificazione dei risultati è un strumento di sviluppo qualitativo, che può essere utilizzato a diversi livelli: a livello di progetto, di programma, di situazione o persino per la pianificazione e la valutazione di strategie cantonali o nazionali. Ai diversi livelli suddetti, il modello di classificazione dei risultati può servire per l'analisi della situazione, la pianificazione, la conduzione, la valutazione, la prova dell'efficacia e quindi altresì per legittimare i fondi utilizzati agli occhi dell'opinione pubblica. Esso consente infine di posizionare chiaramente singoli progetti, programmi o istituzioni in un contesto più ampio e di raffrontarli ad altri progetti, programmi o istituzioni

    Classificazione risultati

    Istruzioni (pdf) | Sintesi modello (pdf) | Modello (ppt.zip) | Modello workshop (pdf)
  • „Non può sussistere durevolmente un solido e mirato lavoro pubblico senza un metodo e un pensiero concettuale.“ (Horst P. Borghs). Il concetto di comunicazione è uno strumento di pianificazione che serve ad affrontare e a presentare in maniera completa le diverse mansioni informative all’interno di un progetto o un programma. Esso si riferisce sempre agli obiettivi del progetto o del programma.

    Istruzione (pdf)
  • Durante la fase concettuale, generalmente vengono già abbozzate alcune delle misure di valutazione previste. Il concetto di valutazione serve infatti ad approfondire questi aspetti. Appare quindi particolarmente consigliabile farne uso allorché la valutazione si presenta di una certa portata e il concetto del progetto lascia parecchi quesiti irrisolti in termini estimativi. Se la valutazione viene affidata a un’organizzazione esterna, conviene comunque predisporre un concetto di valutazione sia quale base per la discussione sia per la richiesta di un’offerta. Approfondire gli aspetti della valutazione aiuta a chiarire le proprie aspettative e a sviluppare interessanti interrogativi. Anche in caso di limitate conoscenze metodologiche è opportuno iniziare a riflettere sulle possibilità di valutazione. Gli esperti esterni addetti alla valutazione possono contribuire a trovare il metodo giusto per rispondere ai quesiti valutativi.

    Istruzione (pdf) | Modello (doc.zip)
  • Quando un progetto/programma sta giungendo al termine, è tempo di rendere conto degli esiti ottenuti, illustrare la realizzazione nonché documentare le conoscenze acquisite e le esperienze maturate in seno all’iniziativa.

    Nella guida trovate le indicazioni relative agli aspetti che dovrebbero essere approfonditi nel quadro di un rapporto conclusivo. L’elenco degli elementi è inoltre disponibile come modello word.

    Rapporto conclusivo (proget (pdf) | Rapporto conclusivo modello (proget (docx.zip) | Rapporto conclusivo (progra (pdf) | Rapporto conclusivo modello (progra (docx.zip)
  • Nella tabella di valutazione si definisce in che modo occorre verificare il raggiungimento di obiettivi ultimi e parziali del progetto soggetti a valutazione. La verifica sistematica degli esiti del progetto serve quale strumento di conduzione dello stesso e quale prova dei risultati raggiunti. Nella tabella, oltre agli obiettivi, vengono riportate anche altri aspetti della valutazione. Su questa base si determinano la forma della valutazione, i metodi di rilevamento, le scadenze e le responsabilità.

    Tabella_di_valutazione

    Istruzioni (pdf) | Modello (doc.zip)
  • Avete rappresentato e considerato le ipotetiche interconnessioni utilizzando un modello di efficacia?
  • La valutazione del raggiungimento degli obiettivi sarà completata in tempo utile per poter confluire nei processi decisionali?
  • In che modo gli esiti del progetto o del programma perdureranno anche al di là della durata limitata dell’iniziativa?
  • In che modo i risultati della valutazione e le esperienze vengono resi accessibili ad altri?
  • Rapporto tra risultati conseguiti (output e outcome) e mezzi impiegati (input). Un intervento è considerato efficiente se i mezzi possono essere convertiti in prestazioni e impatti nel modo più parsimonioso possibile. -> Da distinguere da efficacia
  • Misura in cui un intervento produce un impatto comprovato (outcome), definito nell’ambito degli obiettivi (in termini d'impatto). -> Da distinguere da efficienza
  • Variazioni generate da un intervento di promozione della salute a livello di conoscenze, approccio, competenze o comportamento all’interno di un gruppo target, variazioni dei contesti (strutture) nei setting o variazioni a livello sociale. -> Da distinguere da effetti collaterali involontari (positivi o negativi).
  • Descrizione semplificata o rappresentazione grafica dei nessi causali degli interventi, idealmente motivati a livello teorico o empirico. Un modello di efficacia in genere rappresenta e mette in relazione input (risorse), attuazione (attività/misure), output (prestazioni, prodotti, offerte), outcome (impatti/reazioni) e impact (impatto globale) in relazione gli uni agli altri. -> Cfr. modello d'impatto interattivo https://www.quint-essenz.ch/de/outcome_models
  • Un obiettivo in termini d'impatto indica che cosa deve generare un intervento all’interno di un setting o di un gruppo target (cfr. outcome). -> Da distinguere da obiettivo in termini di prestazioni (cfr. Output)
  • Variazione prodotta da un intervento all'interno di un setting o di un gruppo target. -> Da distinguere da output (prestazioni) e impact
  • Prestazioni erogate e prodotti realizzati attraverso un intervento. Spesso sono inclusi nella definizione di output anche l’utilizzo delle prestazioni da parte dei gruppi target nonché il raggiungimento dei gruppi target. -> Da distinguere da outcome e impatto
  • Qualità delle prestazioni e dei prodotti (output) nonché degli impatti (outcome) di un intervento. -> Da distinguere da qualità strutturale e processuale.
  • Elaborazione, diffusione e impiego di conoscenze, esperienze e risultati emersi nel corso della valutazione di un intervento.
Ultima modifica: 20 gennaio 2017 14:12